<<   N. 1391   >>

★ Capitanio, Pellegrino [?-1679]. I Geroglifici astronomici per l'anno 1666. Massime i due più Maiuscoli La Cometa vltimamente comparsa, e la grand’Ecclisse del Sole, Prossimamente futura. Con alcuni altri vtili auisi per la Medicina, ed Agricoltura. Del Dott. Pellegrino Capitanio. All’Illustriss.mo Sig.re Sig.r e Pat.n Col.mo il Sig. Paolo Martinengo Sig. di Vrago, & c. In Brescia, per li Rizzardi, Con lic. de’ Sup. 1665.

In 4° (20 cm), [A]-M4 N2, pp. [1-2] 3-95 [1]. 10 incisioni geometriche di piccole dimensioni alle pp. 20, 23, 27, 29, 32, 33, 35, 44, 45, 96. L’incisione di p. 96 è un’errata corrige, essendo destinata a sostituire, si legge a p. [96], l’incisione di p. 45. Altri errori sono segnalati nella stessa pagina e sono attribuiti alla seguente circostanza: Il non essere potuto assistere l’Autore in Persona alle stampe per altri impieghi soprauenuti. Capilettera xilografici. Note a stampa al margine.

Opera di ottima qualità, presentata come pronostico annuale, ma in realtà autentico trattato di astronomia e astrologia. E’ suddivisa in 3 parti: la prima, fino a p. 69, ha ad oggetto la cometa del 1664-1665; la seconda, da p. 70 a p. 77, l’eclissi di Sole del 1666; la terza, da p. 78 alla fine, contiene I geroglifici astronomici più minuti occorrenti nel Corso dell’Anno 1666. (quanto alla cometa, che costituisce il tema del tutto preponderante di quest’opera, rinvio alla scheda n. 26 e all’indice specifico nei quali ho indicato tutti gli Autori dei quali ho descritto le opere e che ne hanno trattato). Aggiungo qualche nota di commento: nella prima parte Capitanio, prima di occuparsi della cometa, peraltro in chiave prevalentemente fisico-astronomica, tratta anche dell’anatomia umana e dei cinque sensi; solo dalla pagina 31 Capitanio passa a profili di carattere astrologico, che documenta con l’esame analitico degli effetti prodotti dal transito di precedenti comete. La seconda parte ha invece contenuto esclusivamente astrologico. La terza parte giustifica l’apparente - solo apparente - natura di pronostico annuale, perché contiene le consuete (per quel genere di opere) previsioni suddivise per stagioni.

Esemplari: Istituto e Museo della Scienza, Firenze; Gottfried Wilhelm Leibniz Bibliothek - Niedersächsische Landesbibliothek, Hannover.

Bibliografia: Houzeau-Lancaster 15276 (edizioni dal 1666 al 1673).