<<   N. 1859 bis   >>

★ Cornelio, Tommaso [1614-1684]. Discorso dell'eclissi detto nell'Accademia degli Otiosi nel di 29 di Maggio 1652. Dato in luce per l'Accademico detto l'Arrestato. In Napoli per Camillo Cauallo. 1652. Con licenza de’ Superiori.

In 8°, A-C8 D4, pp. 51 [1], cc. [2]. Capilettera e finalini xilografici. Il verso del titolo è bianco. Errata in D4 verso.

L’opera è preceduta da una lunga prefazione (pagine 5-2, in corsivo: A colui che vorrà leggere) nella quale l’autore, simulando d’essere altra persona, rivendica sostanzialmente la libertà di pensiero e di opinione e fa del sarcasmo su coloro che si limitano, tra gli scrittori, a commentare (male) le opere degli antichi. La sua protesta specifica muove poi contro l’astrologia e gli astrologi. Nel testo, che ha natura squisitamente scientifico-astronomica, Cornelio naturalmente smonta con argomentazioni scientifiche le superstiziose credenze popolari sugli effetti negativi delle eclissi.

Esemplari: British Library; Bibl. Apostolica Vaticana.