<<   N. 2118 bis   >>

★ Della Riviera, Cesare [? - 1625]. Il magico mondo de gli Heroi. Del Sig. Cesare Della Riviera. Al Feliciss. Prencipe Vincenzo Gonzaga. Dvca Sereniss. di Mantova et di Monferrato. Di Mantova per Francesco Osanna. Stampator Dvcale. MDCIII (1603). [In Dd7 recto: In Mantova, Per Francesco Osanna Stampator Dvcale. MDCIII. Con licenza de' Superiori].

In 4° (21.2 cm), A4 B6 A-Z4 Aa-Cc4 Dd8, cc. [10], pp. 217 [1 bianca], cc. [1 bianca]. Frontespizio con incisione a piena pagina (blasone dei Gonzaga con figure). Il titolo è contenuto all'interno di cornice. Marca tipografica in Dd7 recto. Approbatio operis in B6 recto, datata 16 luglio 1603. 1A1 verso, B6 verso, O1 verso e Dd7 verso sono bianche. Capilettera, fregi e testatine xilografici. Carattere corsivo. Note a stampa al margine. Dedica di Giacomofilippo Arnati al Duca Vincenzo Gonzaga datata in B2 verso In Mantova, il di 23. d'Agosto 1603. A seguire, sonetti di Federico Folloni al Duca e di Angelo Ingegneri all'Autore.

Prima edizione.

Opera non priva di fascino. Della Riviera nell'avviso ai lettori spiega che si è sforzato di dare ordine e chiarezza alla materia, a differenza di quel che fanno i Magi, intenti ad offuscare, & à scacciare la sudetta chiarezza [...] a fine che il volgo, lasciando l'occulta luce, vanamente all'apparente ombra s'appigli. L'obiettivo è però molto parzialmente conseguito, perché il testo di questo Magico Mondo, pur essendo molto ben scritto, è nella gran parte oscuro o comunque di assai difficile comprensione, miscela com'è di magia bianca (scienza di tutte l'altre humane Reina: pagina 15), alchimia, cabala, mitologia, filosofia, storia dell'esoterismo, spiritualismo (un esempio a pagina 18: l'Anima del Mondo [...], spargendosi e diffondendosi per tutte le cose, à ciascuna dà la forma, la vita, l'essere, e la permanenza) e in parte astrologia. Mentre questi contenuti rendono perfettamente giustificata la ristampa dell'opera con le cure di Julius Evola, è certo che nel secolo xvii la sua lettura sia stata affrontata da un manipolo ristrettissimo di persone: nulla di men popolare di questo libro, insomma. Quanto alla disciplina astrologica, è trattata sui generis: rileva quando Della Riviera spiega la ragione dei simboli dei Pianeti, specie di Mercurio (nella seconda edizione la sola incisione che vi figura è dedicata al simbolo di questo Pianeta) e i loro rapporti con i Segni dello Zodiaco di cui sono dispositori e non molto altro. Non appartiene infatti all'astrologia in senso stretto, ma piuttosto allo spiritualismo, l'attribuzione dei singoli Pianeti alle, per così dire, "quote" dell'Anima del Mondo, e comunque al Mondo Celeste dal quale dipende il Terrestre, tema cui l'Autore dedica molta attenzione. Assieme all'astrologia/astronomia inferiore, nei limiti che ho detto, Della Riviera spiega nel secondo libro cosa siano la Geomanzia, l'Idromanzia e la Piromanzia, quali scienze magiche corrispondenti agli altri tre Elementi. Interessante, infine, la ricerca etimologica di alcune parole, quali il mestruo (da mentem struo, costruisco e da mensura, misura), nectar (dal greco ne ctino, non uccido) e soprattutto l'homo, derivazione dall'humus, la terra, da cui l'homo è nato.

Esemplari: Bibl. Com. Planettiana Jesi; Bibl. Civica Trivulziana Milano; Bibl. Naz. Centrale Firenze; Seminario Vescovile Padova; Bibl. Nacional Madrid; BNF; Bibl. Mazarine Paris; Bibl. Mun. Montpellier; Senate House Library London; British Library; Middle Temple Library; Österreichische Nationalbibliothek Wien; ZHB Luzern; Universitätsbibliothek Würburg; Niedersächsische Staats und Universitätsbibliothek, Göttingen; National Library of Israel.

Bibliografia: Piantanida 2176 ("rarissima"); Graesse VI 1 134.

★ Altra edizione: In Milano, per Pietro Martire Locarni. 1605. Con Licenza de’ Superiori. In 8° (21 cm), a2 a10 b13 A-O8, cc. [16], pp. 222, cc. [1 bianca]. Il verso della prima carta è bianco. La pagina 110 è bianca. Incisione a pagina 24. Capilettera, fregi e testatine xilografici. Note a stampa al margine. Dedica di Pietro Martire Locarni a Carlo Emanuele di Savoia datata Da Milano à 4. D’Agosto 1605. A seguire un sonetto di Angelo Ingegneri all’Autore. Il titolo, ampliato rispetto alla prima edizione, è il seguente: Il mondo magico degli heroi del sig. Cesare Della Riviera: Nel quale con inusitata chiarezza si tratta qual sia la vera Magia Natvrale: E come si possa fabricare la reale Pietra de’ Filosofi vnico istromento di tale scienza: Narrandosi a vno, ad vno gli stupendi, & infallibili effetti, che vale ad opera col detto mezzo vn perfetto Heroe. Ora di nouo ristampato, e dal medesimo Autore ricorretto, & accresciuto, con aggiunta di dve copiose Tauole, l’vna delle cose più notabili, l’altra de’ nomi de gli Scrittori citati nel Libro. Con privilegio. Esemplare della Bibl. Naz. Braidense Milano. Bibliografia relativa: Piantanida 2177; Caillet I 2951; Duveen 166.

Nel 1932 l'opera fu ristampata a Bari, Laterza, a cura di Julius Evola. Questa ristampa è citata e descritta al n. 177 del catalogo Evola pubblicato nel 2017 dallo Studio Bibliografico Atlantis di Torino e dalla libreria Il Muro di Tessa di Milano.