<<   N. 2182 bis   >>

★ Diodati da Lucca, Francesco (de) [XV-XVI secolo]. Coniūctiones, oppositiones & quadraturae Luminum. Item Introitus Solis in. xii. Signa & ipsorū ascenden//tia supputatæ ad meridianum doctae Ciuitatis Bononiae per dominum Franciscū de Diodatis Lucensem.// Anno salutiferae Incarnationis. 1511. Labente. [Bologna?] [1511].

Broadside (53x32 cm). Incisione xilografica che riproduce un’allegoria di Giove (?), anche se sopra di essa si legge Venus dña anni.

Prezioso foglio volante che risulta in possesso della sola biblioteca americana identificata in calce. Si tratta di effemeridi semplificate dell’anno 1511, accompagnate, sul lato destro del foglio, dall’ elencazione dei Dies felices e dei Dies infelices, presumibilmente ai fini iatromatematici, pur in difetto di qualsiasi nota esplicativa al riguardo. Diodati per la verità neppure motiva la scelta (astrologica) di Venere quale dispositore dell’anno: ciononostante, il foglio appare comunque di notevole interesse, se non altro perché si tratta certamente dell’unico esemplare sopravvissuto. In effetti, prima dell'odierna sua registrazione, traccia di questo foglio volante emergeva solo dalla nota del Curator Emeritus della Newberry Library, Prof. Paul F. Gehl, in The Newberry 125: Stories of Our Collection. Chicago, The Newberry Library, 2012, p. 163.

Esemplari: Newberry Library, Chicago.

Bibliografia: D. Martini, in Bibliofilia 2019, n. 1, nell’ambito del pregevole articolo Il lucchese Francesco Diodati, i suoi pronostici a stampa e il ritrovamento di una nuova edizione di Pesaro.