<<   N. 2597   >>

★ « Filadelfo Pellegrino incognito » [XVII-XVIII secolo]. L’Arca medica, nella quale si contengono molti rimedi usuali, facili e di pochissima spesa, tanto contro la maggior parte de’ malj, quanto per la conservazione della salute. Data in lvce a prò della Povertà, de’ Viandanti, e di chi dimora in luoghi, ove con difficoltà si possono havere Medici, e Speziali, da Filadelfo pellegrino incognito. Dal [sic] quale si aggiunge dopò [sic] il fine dell’Opera un Calendario Astronomico perpetuo, che mostra, dall’Epoca di Christo fino al fine del Mondo, i Novilunj civili, che non differiscono mai un giorno intiero da’ Celesti veri; Gl’ingressi apparenti del Sole ne’ 12 Segni del Zodiaco; ed altre cose spettanti all’Arte del medicare. In Roma, da Antonio de Rossi, 1708.

In 12° (16 cm), [ ]4 A-F12, cc. [4], pp. 144. Il verso del titolo è bianco. Capilettera e testatine xilografici.

La British Library e il College of Physicians of Philadelphia possiedono soltanto il Calendario Astronomico perpetuo, e questo mi fa concludere che probabilmente ne fu data anche stampa autonoma. L’esemplare della Harvard, che ho visto, non contiene tuttavia il Calendario, che dunque non ho potuto leggere. Mentre l’Arca non ha nulla a che fare con la disciplina astrologica, presumo che ne sia in qualche misura connesso il Calendario ed è per questa ragione che conservo questa scheda. Non risultano esemplari di nessuna delle due opere (sul presupposto che siano state diffuse anche separatamente) nelle biblioteche italiane sul web. Il Calendario è in 12° e ha la seguente paginazione: cc. [8], pp. 38. I dati editoriali sono gli stessi dell’Arca: In Roma, da Antonio de Rossi, alla Piazza di Ceri. 1708.

Esemplari: Harvard College Library; College of Physicians of Philadelphia; British Library.