<<   N. 2655   >>

★ Fludd, Robert [1574-1637]. Integrvm morborvm mysterivm: sive Medicinae catholicae tomi primi tractatus secundus, in sectiones distributus duas; quorum prior generalem morborum naturam, sive variam munimenti salutis hostiliter invadendi atque oppugnandi rationem, more novo & minimè antea audito, sive intellecto describit. Ultima, universale medicorum sive aegrotorum depingit catoptron: in quo meteororum morbosorum signa tam demonstrativa, quam prognostica, lucidè speculantur, & modo haud vulgari atque alieno planè designantur. Authore Roberto Fludd, alias De Fluctibus, Armigero, & in medicina doctore Oxoniensi. Francofvrti [Frankfurt am Main], typis excusus Wolfgangi Hofmanni, prostat in officina Guilielmi Fitzeri, anno M.DC.XXXI (1631).

In folio (31 cm), in 3 parti: ):(6 )(8 A-Z4 Aa-Rr4 ):( 3-4 [carta doppia] )(8; ❡2 a-z4 aa-zz4 aaa-eee4; AA-MM4 , cc. [13], pp. 503 [1], cc. [1 ripiegata]; cc. [4], pp. 413 [i.e. 407] [1], cc. [2 ripiegate, 1 delle quali fuori testo; l’altra con paginazione 49-50, g1]; pp. 93 [1], cc. [1 ripiegata]; sono bianche )(8 e MM4. Ritratto di Fludd al verso del titolo. Grande incisione al titolo generale (al cappezzale di un uomo, parenti e il medico). Numerosissime incisioni nel testo, la gran parte delle quali a piena pagina. La paginazione della seconda parte salta da p. 352 a p. 359.

La seconda parte (Katholikon [caratteri greci] Medicorum [Katoptron]: In quo, Quasi Speculo Politissimo Morbi praesentes more demonstrativo clarissime indicantur, & futuri ratione prognostica aperte cernuntur, atque prospiciuntur. Sive Tomi Primi, Tractatus Secundi, Sectio Secunda, De Morborum Signis. Authore Roberto Fludd) e la terza parte (Pulsus, seu noua et arcana pulsuum historia, e sacro fonte radicaliter extracta nec non medicorvm ethnicorvm dictis & authoritate comprobata; hoc est, portionis tertiae pars tertia de pvlsvm scientia. Authore Robert Flud Armigero, & in Medicina Doctore Oxoniensi) hanno loro proprio frontespizio con suggestive incisioni. La carta ripiegata che fa parte di Pulsus (in fine) ha il seguente titolo: Medicamentosum Apollinis oraculum. Hanno loro proprio titolo anche [Ouromantia], hoc est, Diuinatio per urinam e Ouromantia physiologica, siue Per urinam sedulo introspectam diuinatio, che seguono la seconda parte.

Quest’opera rappresenta la continuazione di Medicina catholica, seu mysticum artis medicandi sacrarium. In tomos diuisom duos. In quibus metaphysica et physica tam sanitatis tuendae, quam morborum propulsandorum ratio pertractatur. Authore Roberto Fludd, alias de Fluctibus, Francofurti, typis Caspari Rötelii impensis Wilhelmi Fitzeri, 1629. Medicina catholica costituisce in effetti il primo volume (o la prima parte) di Integrum morborum mysterium, a sua volta composto delle 3 parti sopra descritte. Medicina catholica è in folio, cc. [10], pp. 241 [1], cc. [3]; pp. 118, cc. [1]; pp. 53, [1]. Medicina catholica si compone, ancora a sua volta, di 3 parti: I. Sanitatis mysterium, seu, Tomi primi tractatus primus: mysticum salutis propugnaculum describens [...] Cui, in fine [...] responsum ad Marini Mersenni calumnias annectitur. II. Sophiae cum moria certamen, in quo, lapis lydius a falso structore, Fr. Marino Mersenno [...] reprobatus [...] examinat. III. Summum bonum [...] insignis calumniatoris [...] Marini Mersenni dedecus publicatum. Esemplare della University of London. Bibliografia relativa: Thorndike VII 439-444 (con la ricostruzione della dura polemica tra Robert Fludd e Marin Mersenne, cui Fludd replica in Medicina catholica); Dorbon 1690; Faggin p. 137.

Del rapporto fra Fludd e il mondo metafisico già ho scritto qualcosa nella scheda n. 2654, così come della sua “fede” nell’occultismo in generale e nell’astrologia e geomanzia in particolare. Anche in questi possenti testi di medicina (questo, d’altra parte, era il lavoro che Fludd praticava con grande successo) quella “fede” compare come tessuto portante: la stessa sua visione della malattia e del rapporto tra quest’ultima e il peccato umano appartengono a queste aree. Quanto all’astrologia/geomanzia, basti rammentare ciò che Fludd già aveva scritto nella sua opera maggiore: qui, come là, egli porta in effetti ai massimi vertici la medicina iatromatematica e il rapporto tra dies critici e Pianeti.

Esemplari: Bibl. Com. Archiginnasio, Bologna; Bibl. Naz. Braidense, Milano; Bibl. Civica Bertoliana, Vicenza; Bibl. Naz. Centr. Vittorio Emanuele II, Roma (3 esemplari, 1 dei quali mutilo); Biblioteca del Dipartimento di medicina sperimentale, Sezione di storia della medicina, Universita' degli studi di Roma La Sapienza (mutilo); Bibl. Mun. Lyon (solo la seconda parte); Bristol University; Wellcome Library; Manchester University; Chetham’s Library, Manchester; Det Kongelige Bibliotek; Research Library of Olomouc, Czech Republic; Kungl. Biblioteket, Stockholm; Österreichische Nationalbibliothek Wien; Universitätsbibliothek Berlin; Staatliche Bibliothek Regensburg; Staatsbibliothek Passau; Universitätsbibliothek Erlangen Nürnberg Hauptbibliothek; Bayerische Staatsbibliothek München; Universitätsbibliothek Würzburg; Staatsbibliothek Passau; Russian State Library; Library of Congress; Getty Research Library, Los Angeles; Stanford University, California; UCLA Library, Los Angeles; University of California, Berkeley; University of Pennsylvania, Philadelphia; University of Iowa; New York Academy of Medicine; Columbia University, New York; Northwestern University, Medical Library, Illinois; Newberry Library, Chicago; Yale University; Yale University Medical Library; Monash University Library, Australia.

Bibliografia: Brunet II 1313 (ma non specificamente per quest’opera); Graesse II 607; Dorbon 1690; Faggin p. 137.