<<   N. 3319 ter   >>

★ “Gran Pescatore di Chiaravalle” [dal XVII secolo]. Almanacco Vniversale sopra l’Anno 1679. Del Gran Pescatore di Chiaravalle. Consacrato all’Ill.mo, et Eccel.mo Sig.re D. Vincenzo Gonzaga Principe di S. Paolo, &c. Con Privilegio. In Milano, per Lodouico Monza alla piazza de’ Mercanti [1679].

In 8° (10.5 cm), A-E88, pp. [1-4] 5-80, cc. [8]. A1 recto, con funzione di antiporta, illustrata (un astrologo nel suo studio con il compasso, al tavolo di lavoro; sulla sinistra, abbreviati, i nomi fra l’altro di Cardano, Ptolemaeus, Origene, Albertus Magnus, Haly, Riccioli). A1 verso è bianca. Incisione al titolo (astrologo con la sfera e il compasso). Piccole incisioni riproducenti i Segni zodiacali nelle ultime [8] carte. Capilettera.

Mi sono risolto a descrivere anche questa edizione del Gran Pescatore non tanto per il suo contenuto, squisitamente astrologico e comune alle uscite più antiche, bensì per la protesta del Nipote del Gran Pescatore di Chiaraualle ai lettori, che si legge alle pagine 9 e 10. Qui, il Nipote (che dice di essere l’erede del defunto, vero, Gran Pescatore) lamenta i plagi degli editori Pier Antonio Zerboni di Venezia, Antonio Giorgio Franchelli di Genova e Germain Nantij di Lione e segnala i gravi errori di calcolo contenuti in quelle pubblicazioni apocrife, confondibili per i lettori perché riproducono lo stesso frontespizio dei testi originali, questi ultimi custoditi nel laboratorio di Lodovico Monza, a Milano. Quanto al contenuto dell’almanacco, va detto che esso è in tutto e per tutto equivalente ai tanti Discorsi astrologici pubblicati in Italia nel XVII secolo: le previsioni sono, al di là del merito, analitiche, e suddivise come d’uso per le quattro stagioni dell’anno. Seguono le feste, le fasi della Luna mese per mese, accompagnate dalle più varie previsioni: per esempio, in occasione del novilunio di marzo, un Grande per troppo fidarsi d’un suo Secretario casca in un errore notabile, & un marziale per disgusti rinunzia la carica. Si tentano secrete intraprese, che difficilmente si scopriranno; stimo però che gli ingannatori saranno puniti. Chi vuol attaccare qualche Piazza non perda tempo. Nelle ultime [8] carte si trovano: (i) Instruttione delli Paesi, Prouince, Città, & altri luoghi particolari, che sono sottoposti al dominio delli dodeci Segni Celesti; (ii) Una regola da osseruarsi nel cauar sangue; (iii) Alcuni buoni, & utili auertimenti per uiuere longo tempo sani; (iv), Un’altra regola particolare per coltiuar horti, e giardini.

Infine, quanto alla storia di questo almanacco, richiamo l’articolato commento in calce alla scheda n. 3319.

Esemplari: Bodleian Library, Oxford.