<<   N. 366   >>

★ Armanni, Armanno Pietro [XVII secolo]. Discorso astrologico sopra l'anno bisestile MDCLXXXIV. calcolato dall'altezza del polo quarantatrè dal sig. Armanno Armanni Pervgino Nel quale si tratta delle mutationi de tempi, del far della Luna, e de giorni piu addatti alle faccende della Campagna. Con altre osseruationi per pigliar medicine, e per ottimamente curarsi. Dedicato all’Illvstrissimo Sig. Agostino Pallavicini Nobile di Genova. In Pervgia, per il Costantini. Con licenza de Superiori. [1684].

In 8° (20 cm), ✝4 A-C8 D4, cc. [4], pp. 56. Dedica datata 30 dicembre 1683. Stemma xilografico del dedicatario Agostino Pallavicini al frontespizio. Iniziali e finalini xilografici. Il verso del titolo è bianco. Dedica datata in ✝2 verso Di Perugia li 30 Decemb. 1683, seguita dalla lettera al Benigno lettore, dall’imprimatur (senza data!) e da 2 sonetti in onore dell’Autore di Paolo Galosi e Francesco Putti.

E’ l’ultima uscita di questo Discorso astrologico di dignitoso contenuto, non dissimile da quello descritto nella scheda n. 362, cui rinvio. I Discorsi astrologici italiani, del resto hanno avuto tutti sostanzialmente la stessa struttura, perché chiara e agevolmente comprensibile per gli acquirenti. Il loro numero fa ritenere che almeno nel XVII secolo il mercato li assorbisse bene e dessero da mangiare (e più) agli autori e agli stampatori. A questo si aggiunga che i pronostici italiani, tutti di buon formato, erano stampati bene e con cura maggiore di quelli di altri Paesi.

Esemplari: Bibl. comunale Planettiana, Jesi; Bibl. Casanatense, Roma; Bibl. Com. Augusta, Perugia.

Bibliografia: Bibl. Magica 129; Riccardi II I 4; Houzeau-Lancaster 5291, 15308-9 (senza dati, le edizioni dal 1675 al 1684: a Rimini la prima; a Perugia le successive).