<<   N. 4517   >>

★ Lieutaud, Jacques [1660?-1733?]. Connoissance des Temps Pour l’Année 1715. Au Meridien de Paris, Publiée Par l’ordre de l’Academie Roïale des Sciences, et calculée Par M. Lieutaud, de la même Academie. A Paris, Chez Jean Mariette, ruë S. Jacques, aux Colonnes d’Hercules, M.DCC.XIV (1714). Avec Privilege dv Roy. [A p. 194: De l’Imprimerie de la Veuve d’Antoine Lambin].

In 4° (16.2 cm), [ ]1 A-Q6 R2, antiporta incisa pp. 194, cc. [1 bianca]; 1 carta doppia fuori testo in corrispondenza di p. 130 (incisione che riproduce allegorie delle Costellazioni); 1 carta doppia in corrispondenza di p. 178 (la Luna); 1 carta ripiegata di piccole dimensioni incisa da entrambe le parti (la Francia e la Terra sul verso). Incisioni nel testo a p. 4 (lo Zodiaco) e alle pp. 179 -180. La pagina 2 è bianca. Errata a p. 191.

Rinvio al commento della scheda della Connoissance des temps, della quale questa pubblicazione periodica costituisce la prosecuzione ideale, realizzata a cura dell’Académie Royale des Sciences di Francia, fondata nel gennaio 1699. Le prime uscite attribuibili all’opera dell’Académie Royale furono curate da Jacques Lieutaud, ed è per questa ragione che l’opera, nelle sue edizioni del XVIII e XIX secolo, va in questa scheda. In seguito, l’almanacco fu redatto e curato da M. Godin, Joseph Jérôme de Lalande, Jean Dominique Maraldi, Edme Sébastien Jeaurat e M. Méchain, in successione, anch’essi membri de L’Academie des Sciences. Dal 1795 innanzi fu pubblicato a cura del Bureau des longitudes. Le biblioteche francesi e quelle inglesi posseggono varie edizioni, la più recente delle quali (cioè l’ultima delle uscite del periodico) è del 1868 (esemplare della Edinburgh University).

L’almanacco è di elegante e ricca confezione: sotto questo profilo si distacca nettamente da quelli inglesi e italiani coevi. Le notizie che esso contiene sono più astronomiche che astrologiche, ma ben può trovar posto qui per i riferimenti anche grafici ai Segni dello Zodiaco e ai Pianeti, che vi compaiono. A riprova di ciò (dell’uso di questo testo anche da parte di chi praticava l’astrologia) vi sono, nei risguardi del mio esemplare, fitte annotazioni manoscritte all’epoca di chiaro contenuto per l’appunto astrologico, ma riferite ai temi astronomici trattati nell’almanacco.

Esemplari: Bibl. Naz. Braidense, Milano; Bibl. Civica Centrale Monza; Bibl. Mazarine Paris.

★ Ho visto anche un’edizione, relativa all’anno 1749, pubblicata a cura di M. Maraldi, con il titolo Connoissance des temps pour l’Année 1749. Au meridien de Paris. Publiée Par l’Ordre de l’Académie Royale des Sciences et calculée par M. Maraldi de la même Académie, A Paris, de l’Imprimerie Royale. M.DCC.XLVIII, in 4°, A-S6 T4, pp. 224, [3] carte fuori testo: dopo p. 162; dopo p. 190 (mappa della Francia); ripiegata dopo p. 198 (la Luna). Sono bianche le pp. 17, 23. Titolo in cornice e fregio incisovi. Contiene, ai fini che qui rilevano, effemeridi dei Pianeti e l’indicazione dei Segni dello Zodiaco.

★ Ho visto anche l’ulteriore e precedente edizione: [1704], A Paris, Chez Jean Boudot, Imprimeur du Roy & de l’Academie Royale des Sciences, ruë S. Jacques, au Soleil d’Or. MDCCIV. Avec Privilege du Roy, in 8°, antiporta incisa [ ]2 A-N4 O2, cc. [2], pp. 108, c. [1 ripiegata, con la riproduzione delle costellazioni, dopo pagina 70, fuori testo] [2 ripiegate fuori testo dopo pagina 88: la mappa della Francia e la superficie della Luna]. Incisione riproducente un’eclissi a pagina 90. Ulteriore incisione riproducente un termometro al margine di pagina 103. Errata a pagina 108. Bianchi i verso dell’antiporta e della seconda carta (i.e. verso del titolo), con il titolo di Connoissance des temps pour l’Année Bissextile 1704. Au Meridien de Paris. Publiée par l’Ordre de l’Academie Royale de Sciences, et calculée par M. Lieutaud de la mème Academie. Esemplare della Universidad Complutense Madrid.