<<   N. 5427 ter   >>

★ Muti, Giovanni Maria [1649-1727]. [al recto della seconda carta] Le Rottvre del Genio del Mvti. Consacrate Alla gran Virtù, e singolar Nobiltà dell’Illustriss. & Eccellentiss. Sig. Sig. [sic] Patrona Collendiss. la Signora Elena Lvcretia Cornara Piscopia. In Venetia, M.DC.LXXXIII (1683). Per Benedetto Milocho. Con Licenza de’ Superiori, e Priuileg.

In 12° (15.5 cm), a12 b6 A-P12, cc. [18], pp. 331 [1], cc. [14]. Frontespizio in cornice con fregio xilografico. Iniziali e fregi. Occhietto bianco al verso. Bianco il verso del titolo. La dedica è datata in a7 verso Venezia il primo Giugno 1683. La dedica è seguita dal sonetto denominato l’Antielena (anonimo, ma di Muti), diretto alla stessa Elena Lucrezia Cornara Piscopia. Il sonetto è a sua volta seguito da: (i) Grandezze della Famiglia Cornara Piscopia, in forma di lettera al Conte di Mitigliano, con data Venetia lì 2. Aprile 1683 in b3 verso; (ii) sonetto di Giacomo Ferraguti all’Autore; (iii) carme del Padre Gaietano Molari all’Autore; (iv) ulteriore sonetto di Gio. Battista Maioli all’Autore; (v) sonetto di Benedetto Perazzo all’Autore; (iv) indice dei Capitoli in b6 recto e verso. Indice analitico nelle ultime 14 carte.

Insopportabile zibaldone di argomenti vari tipicamente seicentesco, scritto in un inutile stile tanto ampolloso quanto fastidioso, che registro con qualche incertezza a causa della frase che di seguito riproduco, che si legge alle pagine 90-91: “Hor giuocate ò Astrologi, co’ vostri Mappamondi alla palla, che conuinti di tanti falli quante caccie segnate co’lumi, siete sempre sul perdere le partite ne’ vostri giuochi. Non più l’huomo vi conosce per asterismi di quelle fallaci scritture, che formate di chiari paralogismi, mentre v’aprono la scena d’vn cielo, vi fanno toccare co’ mani le fallacie d’abisso”. Giustamente, questo libro è ignorato da tutta la bibliografia consultata, ivi incluso il pur completo Piantanida. Noto anche che si tratta di un libro raro, ma probabilmente perché ne vennero distrutte tutte le copie a causa della sua estrema modestia letteraria.

Esemplari: Bibl. Comunale Giovanni Giovannini, Bibbiena, Arezzo; Museo internazionale e bibl. della musica, Bologna; Bibl. del Dipartimento di Filologia classica e Italianistica Alma Mater, Univ. di Bologna; Bibl. della Fondazione Benedetto Croce, Napoli; Bibl. Provinciale Salerno; Bibl. pubblica Don Giuseppe Cataldo, Santa Marina, Salerno; Bibl. della Fondazione Querini Stampalia Onlus, Venezia; Univ. California, Los Angeles; Morgan Library & Museum, New York.