<<   N. 5530 ter   >>

★ Neuhaus, Edon (von) [1581-1638]. Edoni NevhvsI Fatidica Sacra, sive de divina futurorum praenunciatione, Opus insigne & quasi speculum revolutae hucusque Monarchiarum Historiae. Amstelodami [Amsterdam] Apud Johannis Janssonivm. Anno M.DC.XXXV (1635-1636-1648).

In 8° (16 cm). In 3 volumi (Libri), tutti stampati nello stesso luogo e dallo stesso editore. Nel secondo volume, stampato nel 1636, figurano nel titolo, identico nel resto, le parole Libri II; nel terzo volume, stampato nel 1648, nel titolo, identico nel resto, figurano le parole Libri III Cum Indicibus Rerum Vtilißimis.

Primo volume (Liber I): 1635, ✳8 A-Z8 Aa-Ee8 Ff4, cc. [8], pp. 455 [1]. In xxxxviii capitoli. Incisione (marca tipografica) al frontespizio con il motto Vivitur ingenio. Capilettera xilografici. Il verso del titolo è bianco. Note a stampa al margine. Dedica dell’Autore ai Delegati dell’Ordine di Frisia senza data né luogo.

Secondo volume (Liber II): 1636, a4 A-Z8 Aa-Oo8 Qq4 Rr2, cc. [8], pp. 616, cc. [1, index capitum] [1 bianca]. In xxxiii capitoli. Incisione (marca tipografica) al frontespizio con il motto Vivitur ingenio. Capilettera xilografici. Il verso del titolo è sono bianco. Note a stampa al margine. Dedica dell’Autore al Senato di Frisia datata in a4 recto Leoardiae iix Id. Sept. MDCXXXV (i.e. 20 settembre 1635).

Terzo volume (Liber III): 1648, ✳8 A-Z8 Aa-Ff8, cc. [8], pp. 450, cc. [7, Synopsis rerum Libri I-III]. In xix capitoli. Incisione (marca tipografica) al frontespizio con il motto Vivitur ingenio. Capilettera xilografici. Il verso del titolo è bianco. Note a stampa al margine. Dedica di Reiner, Heinrich, Johannes e Alexander Neuhaus a Wilhelm Nassovius Prefetto di Frisia senza data né luogo. La lettera al lettore, che segue la dedica, è di Reiner Neuhaus ed è datata in ✳5 verso Ex Museo Alcmariano MDCXLVIII Kal. August (i.e. 1 agosto 1648). Seguono sonetti dedicati all’Autore, fino a ✳8 verso.

Summa dell’esoterismo di qualsiasi genere. Non amo per niente opere come questa, curiosamente ignorata da Thorndike, ma ne fornisco la descrizione perché nel Liber III vi si tratta di astrologia. Riassumo il pensiero dell’Autore in tre frasi: Magna sanè in Astris vis est, magna in afficiendis sublunarium rerum corporibus potestas, quam ipsis à primo natali opifex Deus ingeneravit (pagina 305). Astrologorum praedictiones semper dubiae & incertae; multiores mendaces sint (pagina 314). Nullam, nullam in Voluntatis humanae arbitrium potestatem & imperium Astra obtinent (pagina 318). In concreto, Neuhaus non sembra dubitare dell’efficacia in linea astratta della disciplina astrologica come strumento di divinazione (sempre salvo e intoccabile quel fantasma che va sotto il nome di libero arbitrio), ma rivela poca fiducia in chi la pratica. Per il resto, il lunghissimo resto, la sua opera discorre come ho detto di qualsiasi genere e fonte di praedictio e di miracula vari: il canto dei galli, gli uccelli e il loro volo, l’Anticristo, le locuste, la Bestia, i presagi contenuti nei nomi propri e nei nomi di famiglia, i prodigia, i signa divina, i fulmini, i tuoni, addirittura gli excrementorum praesagia. Esoterismo al completo, dunque.

Esemplari: Bayerische Staatsbibliothek München; Staats und stadtbibliothek Augsburg; Universitätsbibliothek Augsburg; Staatsbibliothek Berlin; Herzog August Bibliothek, Wolfenbüttel; Universitätsbibliothek Erfurt; Universitätsbibliothek Greifswald; Herzogin Anna Amalia Bibliothek, Weimar (solo il Liber I); Evangelisches Stift Tübingen (solo il Liber I); Universität und Landesbibliothek Jena; Universitätsbibliothek Wien; Österreichische Nationalbibliothek Wien; Cambridge University (solo il Liber I); University College Library, Oxford (solo i Liber I e II); All Souls College Library, Oxford (solo i Liber I e II); Christ Church Library, Oxford (solo i Liber I e II); Bibl. Universitaire Bordeaux; Bibl. Aix-en-Provence; Bibl. Mun. Valognes (solo i Liber II e III); Bibl. Chalons-en-Champagne (solo il Liber I); Bibl. Mun. Amiens (solo il Liber I); BNF; Bibl. Universitaire Poitiers; Bibl. Interuniversitaire Sainte Geneviève, Paris (solo i Liber I e II); Zentralbibliothek Zürich (solo il Liber III); Sistema Bibliotecario di Milano (solo il Liber I).

Bibliografia: Caillet III 451; Thorndike VIII 451 (per l’Autore).