<<   N. 8054 ter   >>

★ Tommaso d'Aquino [1226 o 1233-1274] - Aristoteles [IV secolo a.c.]. Opera nvova// laqvale tratta della filo//sofia naturale, chiamata la Metaura// d’Aristotile; chiosata da San// Thomaso d’Aquino, del//l’ordine dei frati// predicatori.// Partita in tre Libri:// Nuouamente posta in luce, con diligentia// stampata & castigata.// Delli elementi & congiungimento de Cieli. Libro Primo.// Delle cose che, sono generate in alto. Libro Secondo.// De Venti, & della loro materia. Libro Terzo. In Vinegia per Comin// Da Trino, l’anno// M.D.LIIII (1554).

In 8° (15 cm), ✳4 A-L8 M4, cc. [4] 92. Incisione della sfera al frontespizio. Le Chiose di Tommaso D’Acquino sono in carattere romano; le parti tratte dalla Meteorologia di Aristotele sono in corsivo. Il verso della prima carta è bianco. Capilettera xilografici.

Volgarizzamento (sintetizzato) della Meteorologia di Aristotele, che qui rileva per le Chiose di Tommaso D’Acquino e, in particolare, per quella che si trova tra il verso della carta 21 e il verso della carta 22, a commento del Libro I, Capitolo 17, di carattere squisitamente astrologico: Dimandiamo quale è la cagione che la cometa, secondo dicono molti auttori, significa battaglie & morte de grandi huomini; & questo non pare che sia ragionevole, conciosia cosa che la cometa apparisca sopra la terra ove abita il povero, come sopra quella ove habita il riccho, o sia Re o altro Signore […]. Noi diciamo che cagione delli vapori & delle comete non è altro pianeta se non Marte, e specialmente n’è cagione Marte quando li suoi razzi percuoteno sopra li vapori terrestri & aerei, terrestri & secchi […]. Onde la cometa non significa principalmente morte, ma significa che Marte è forte e potente. Il quale ha a significar morte, et specialmente morte violenta et sforzata, & è cagione di morte, non cagione prossima, ma cagion rimossa et da lunga; anche è cagione non necessaria […]. Marte inclina a brighe et a battaglie ma l’huomo puote cotale inclinatione seguitare et non seguitare […]. Marte quando signoreggia di sua natura ha da producer caldo et siccitade, quando è caldo et siccitade s’accende la colera, et accesa, è l’huomo disposto a ira, et a brighe, et ad animosità, et imperò si dice, che Marte significa battaglie e morte. Onde la cometa non significa queste cose principalmente, ma significa la potenza di Marte, la quale è cagion di queste cose ditte.

Esemplari: Bibl. Diocesana, Ancona; Bibl. Civica Angelo Mai, Bergamo; Bibl. Universitaria Bologna; Bibl. Guido Horn d’Arturo del Dipartimento di astronomia dell’Univ. Bologna e dell’Osservatorio Astronomico; Bibl. Ottorino Marcolini, Univ. Cattolica Brescia; Bibl. Com. Como; Bibl. Apostolica Vaticana; Bibl. Naz. Centrale Firenze; Bibl. Statale Lucca; Bibl. Marucelliana, Firenze; Bibl. Civica Berio (esemplare incompleto); Bibl. Com. Centrale Milano; Bibl. Naz. Braidense, Milano; Bibl. Seminario arcivescovile Milano-Venegono; Bibl. Dominicini, Perugia; Bibl. Com. Teresiana, Mantova; Bibl. Palatina, Parma; Bibl. Com. Classense, Ravenna; Bibl. Mun. Antonio Panizzi, Reggio Emilia; Bibl. Naz. Centr. Vittorio Emanuele II, Roma; Bibl. Universitaria Alessandrina, Roma; Bibl. Casanatense, Roma; Bibl. Accademia Naz. Dei Lincei e Corsiniana, Roma; Bibl. Civica Gambalunga, Rimini; Bibl. Istituto Internazionale Don Bosco, Torino; Bibl. Seminario Vescovile Treviso; Bibl. Bertoliniana Udine; Bibl. Naz. Marciana, Venezia; Bibl. Civica Verona; Bodleian Library, Oxford (2); British Library (2); Staatsbibliothek Berlin; University of Pennsylvania, Philadelphia; Harvard University, Houghton Library; Berkeley University; University of Michigan; Newberry Library, Chicago; University of Oklahoma.

Bibliografia: Pizzamiglio, L'astrologia in Italia all'epoca di Galileo Galilei, Università Cattolica di Brescia, 2004, pp. 16-20.