<<   N. 8889   >>

★ “Zaccagnino Astrologo Indovino” [XVII-XVIII secolo]. Il botteghino delle curiosità di Zaccagnino astrologo indovino, Mercante di Pepe, e Sale, per condire le Zucche de’ Politici Capriciosi sopra l’anno 1717. Con privilegio del Senato Eccellentissimo. In Milano, per l’eredi Maietta, tolerati nella contrada delli Armorari. Con licenza de’ Superiori. [1716].

In 8°, A-E8, pp. 80. Antiporta calcografico (un guerriero con la spada e L’anno prossimo sarà, tutto quel, ch’il Ciel vorrà). Passaggi in dialetto milanese.

Dialogo tra Zaccagnino e Battistone suddiviso per stagioni di blanda critica e satira politico-sociale, celata dietro una finta natura astrologica del testo. I due parlano comunque in prevalenza di cosa vorrebbero mangiare e di cosa hanno mangiato. Da pagina 29 il calendario dell’anno e a seguire gli orari dei portalettere e suggerimenti, questi sì di taglio astrologico, per la semina e il raccolto.

Esemplari: Bibl. Naz. Braidense, Milano.